Crea sito
How To Get Away With Murder - Recensione 6x08, "I Want to Be Free"
How to Get Away with Murder,  Recensioni,  Telefilm

How To Get Away With Murder – Recensione 6×08, “I Want to Be Free”

Ciao a tutti ragazzi e bentrovati in una nostra nuova recensione di How To Get Away With Murder! L’episodio di oggi, intitolato I Want to Be Free, è stato sicuramente degno di nota.

Per essere un episodio che ha gettato le basi per il gran finale non è stato il massimo, ma il caso contro Biancaneve con vittima la Regina Cattiva mi ha fatto volare altissimo.

How To Get Away With Murder - Recensione 6x08, "I Want to Be Free"

Bonnie ha iniziato a pagare il prezzo per aver accettato la causa contro la governatrice e come volevasi dimostrare, non è finita bene. I freni non funzionanti però sembrano essere stati solo un avvertimento, infatti quando Bonnie è stata sollevata dalla causa pensavo che sarebbe stata cosa buona e giusta. Peccato che poi si è messa in mezzo Tegan, che è uno dei miei personaggi preferiti ed io non posso accettare che alla mia Price succeda qualcosa (anche se nel futuro sembra viva, ma sembrava vivo anche Wes…).

Annalise non ha resistito a mettere le mani in pasta ed è riuscita ad incolpare l’unica persona più spaventosa della governatrice: Xavier Castillo. I due però sono in combutta insieme, abbiamo infatti visto i due personaggi interagire, anzi, ad essere precisi, sembrava proprio che la governatrice avesse come burattino Xavier, quindi, in pratica, non ci siamo mossi di un centimetro.

Oltre Tegan, devo ammettere che mi spacca il cuore vedere Frank soffrire, non è tra i miei personaggi preferiti ma nel recente periodo si stava comportando bene e vedere tutti i due di picche che si è preso mi ha abbastanza ferito.

La parte migliore di questo I Want to Be Free, a parer mio, è stato il caso contro Biancaneve, io vi giuro che stavo veramente morendo dalle risate e allo stesso tempo ero interessatissima alle teorie dei ragazzi. L’ultima persona che credevo potesse indovinare che cosa Annalise voleva sentirsi dire era proprio il nostro Asher, ma anche lui (come Frank) è un ragazzo che merita tantissimo, quindi sono stata felice di vederlo correre verso il premio.

Che cosa voleva dirci Annalise con questo caso?

Sostengo che Annalise non è morta da ormai troppo tempo, ma sento di ribadire che se davvero la nostra avvocatessa non è davvero passata a miglior vita, allora è tutt’altro fuorché un avvenimento sorprendente. Contrariamente, credo che la vera sorpresa sarebbe vederla davvero morta, anche se per un mid – season finale la trovo un’idea abbastanza insensata e folle.

Potrei anche soffermarmi su quanto sia insensato il personaggio di Nate in questa stagione, ma voglio sperare che la serie se ne sia accorta e ci stia facendo credere che Annalise sia una vittima ma in realtà a lasciarci per sempre sia proprio Nate con tutte le sue fisse e convinzioni.

Bene ragazzi, anche per oggi è tutto, io vi saluto e vi do appuntamento alla prossima settimana con il mid – season finale che è stato descritto come sensazionale.

How to get away with Murder Italia

Le Regole del Delitto Perfetto

Sara

Commenti disabilitati su How To Get Away With Murder – Recensione 6×08, “I Want to Be Free”

Ciao a tutti! Sono Sara, il Braccio Destro dei Redheads Diaries, vivo a Roma e, come potete immaginare, sono una telefilm addicted. Le mie serie preferite sono, Game of Thrones, Blindspot, This is us e talmente tante altre che sono impossibili da elencare. MIO MARITO È CISCO RAMON!