Crea sito
Recensioni,  Telefilm,  The Vampire Diaries

The Vampire Diaries – Recensione 8×16

Ciao ragazzi, eccoci qui per l’ultima volta.
Ho davvero tante emozioni e pareri contrastanti su questo episodio ma ciò che so per certo è che The Vampire Diaries mi mancherà tantissimo. Solo oggi ho davvero realizzato che non ci sarà una nuova stagione o un nuovo episodio, che le storie che mi hanno fatto compagnia per otto anni sono terminate e che i personaggi che ho odiato e di cui mi sono innamorata non faranno più parte della mia vita.
Non importa che desiderassi qualcosa di più per questo finale e che ci siano cose che non mi sono piaciute, ho amato tutto di questo show dal primo all’ultimo momento; The Vampire Diaries ha avuto un impronta sulla mia vita che non potrò mai cancellare e sono sicura, lo porterò sempre nel cuore.

I wanna say thank you for giving me everything I always wanted: a love that consume me, and passion, and adventure. There’s nothing more I could ever want than for it to last forever, but it can’t. This is the last time I’m gonna see you, this is a goodbye.

Sentimenti a parte, cominciamo a parlare del series finale, “I Was Feeling Epic“.
Ci sono così tante cose che ho amato di questo episodio ma tantissime altre che invece mi hanno delusa; in giro per il web ho letto tanti commenti positivi e così tante persone che ritengono che questo sia stato il finale perfetto ma io non sono del tutto d’accordo. Come ogni episodio di questa serie tv, l’ho amato profondamente ma è stato tutt’altro che perfetto.
Voglio parlare subito di questi aspetti che hanno rovinato un po’ la magia del finale per poi potermi concentrare su ciò che invece mi è piaciuto e ha dato la giusta conclusione ad otto anni d’amore.

  • Il Delena.
  • Nina.
  • La parrucca di Nina.
  • L’arrivo da “giovani” nell’aldilà.

Ecco le cose che non mi sono piaciute e per assurdo, non avrei mai pensato di dire una cosa del genere sulle prime due.
Partiamo in ordine.
Perchè non mi è piaciuto il Delena?
Beh, per sei stagioni ci hanno fatto sognare con la loro splendida e passionale storia, per altre due ci hanno fatto attendere con trepidante attesa il loro futuro incontro e nel momento in cui questo è avvenuto, non abbiamo avuto quasi nulla. Loro che sono sempre stati caratterizzati da discorsi e frasi meravigliose, da una passione in grado di bucare lo schermo (e per cui sono stati più volte premiati) non ci hanno dato nulla, solo silenzio e un bacio che non era nemmeno un vero bacio e non è riuscito davvero a trasmetterci la magia che ci saremmo aspettati.

Per fortuna questo piccolo dettaglio mi era sfuggito ad una prima visione e solo in secondo tempo me ne sono resa conto.
Non penso di aver davvero le parole giuste per esprimere cosa penso di questo ma sicuramente ne sono molto delusa; a questo punto potevano ritirar fuori la vecchia tecnica dei baci abbagliati dalla luce, come hanno fatto per la metà dei baci importanti nella sesta stagione, e via. Sarebbe stato sicuramente molto meglio di questo finto bacio, persino un bacio sulla fronte sarebbe stato più gradito.
Per non parlare poi del fatto che tutto si sia svolto con una velocità incredibile che ci ha dato solamente un’idea abbozzata di quello che è stato il loro futuro, grazie a due parole sul diario di Elena e all’inquadratura delle mani, con le fedi ben in vista; non abbiamo avuto nemmeno un flashforward su ciò che la vita ha riservato a questa coppia e a ciò che essere umano e “senza suo fratello” ha significato per Damon.
Abbiamo passato diverse stagioni con la questione del “Damon umano” ed era sicuramente una cosa che avremmo voluto e dovuto vedere e trovo davvero assurdo che non ci sia stata nemmeno una scena che ce lo abbia mostrato. Nemmeno una in cui ci è stata mostrata la loro vita a Tribeca tra il bar di Damon e la clinica di Elena. Niente di niente.
Quindi io mi chiedo, abbiamo davvero avuto l’endgame che volevamo oppure si è trattato solo di fanservice? Un contentino per farci tutti felici e contenti e togliersi il pensiero?
Diciamocelo chiaramente, è stato molto più catartico l’incontro tra Damon e la finta Elena che quello tra lui e quella autentica ed ora capisco come mai non abbiano rilasciato il vero incontro tra i due: non perchè sarebbe stato un’enorme spoiler ma perchè non avrebbe avuto lo stesso effetto nei fan che probabilmente avrebbero esordito con un “che è sta cafonata?!”.

Parliamo poi del secondo punto: Nina.
Mi dispiace davvero dover dire queste parole perchè l’ho amata davvero per ben 6 stagioni ed ero così felice di poterla rivedere che mi si spezza il cuore a non elogiarla e a non stappare bottiglie di Champagne per il suo ritorno ma davvero, non mi è piaciuta. Tralasciando che come ho già scritto non mi è piaciuta la sua parrucca che, nelle scene in cui interpretava Elena partiva da metà testa donandole un frontone che non ha mai avuto e che le rendeva il volto molto molto strano (ammetto di averla guardata perplessa per un po’ prima di capire cosa non andasse) e in quelle in cui interpretava Katherine era davvero inguardabile (insomma, ho sempre invidiato i suoi capelli e quando ho fatto il suo Cosplay lo scorso Ottobre ho odiato non trovarne una alla sua altezza ma in questo episodio la mia parrucca era talmente più bella e credibile della sua che avrei voluto chiamare Julie Plec e darla l’indirizzo del negozio in cui l’ho acquistata), ho trovato davvero strana la sua recitazione e soprattutto, ho percepito che stava recitando, come se non fosse più lei in quel ruolo. Ho ritrovato la vecchia Elena solo in un paio di scene e Katherine… beh, era come se non fosse lei. Quest’ultima ha sempre avuto un “tono di voce” particolare che l’ha sempre distinta da Elena, un modo di fare che riusciva perfettamente a distinguere le due e in questo episodio non sono riuscita a ritrovare questo elemento, cosa di cui sono davvero dispiaciuta.
Possibile che Nina non riesca più a mettersi nei panni di Elena?

La mia parrucca è decisamente più credibile.

L’ultima cosa che non mi è piaciuta è stata poi il fatto che nella morte, loro fossero ancora giovani. Capisco la scelta ma non la condivido in quanto possono esserci tutte le ragioni del mondo ma dato che non sono state spiegate all’interno dell’episodio e che il resto dei personaggi è sempre stato mostrato all’età in cui è morto, sembrerebbe quasi significare che anche Damon ed Elena sono morti giovani, se non fosse che sappiamo per certo che le cose non siano andate così, nonostante non ce lo abbiano mostrato.

 

Dopo aver distrutto il series finale della mia serie preferita voglio però elogiarlo per tutte le cose che invece ho amato follemente e che mi hanno fatto dire un “It’s been a Hell of a Ride”.
L’inizio è stato sicuramente molto bello e toccante, sarà che avevo appena finito di vedere lo speciale e che sapevo sarebbe stata l’ultima volta che avrei sentito “per la prima volta” quel Previously On ma l’ho amato. L’incontro tra Bonnie ed Elena mi ha ricordato moltissimo quello tra Buffy e Faith e ho adorato il fatto che Elena non volesse svegliarsi, sapendo che questo significava la morte della sua amica e che anche Enzo fosse lì; certo, l’addio dello scorso episodio risulta così insignificante e gli toglie tutta la magia che invece aveva acquisito, ma va bene così.
Dopo questa splendida scena in quello che probabilmente era il mondo creato da Bonnie o quello creato dall’incantesimo di Kai, torniamo a Mystic Falls. Qui troviamo tutta la famiglia Donovan/Maxwell, passata da inutile ad infernale. Ora, tralasciando il fatto che ho sempre odiato Vicky (e a quanto pare, per giuste ragioni) e che non ho visto il gesto eroico fatto da Matt per salvare la sua città (non ci ha creduto nessuno, nemmeno per un momento, che sarebbe morto) un po’ capisco perchè non ha bloccato sua sorella. Mettiamoci nei suoi panni o mettiamo Stefan o Damon nei suoi panni; nessuno di noi avrebbe scelto di sacrificare la propria famiglia.
Stessa cosa per Vicky che a distanza di anni si riconferma una sorta di Katherine Pierce dei Noantri che pensa solo a sé stessa per poter sopravvivere e nonostante il nostro amore per lei non sia pari a quello per la Petrova, se ci fermiamo un attimo a ragionare, possiamo capirla; o sbaglio?

Grazie a lei, in un certo senso, abbiamo la soluzione per distruggere l’inferno ed uccidere Katherine e la sua terribile parrucca made in China. L’unico effetto collaterale sarà uno dei Salvatore.
Ma guarda un po’.
Devo ammettere però che Julie ha giocato molto bene questa carta perchè per tutta la sequenza ho continuato a chiedermi chi sarebbe morto e nonostante sapessi che Stefan ci avrebbe lasciato già da diverse settimane, c’è stato un momento in cui ho rimesso tutto in discussione e le mie teorie oscillavano tra Stefan, Damon, Caroline e Bonnie. Tutti, praticamente.
Ma sapevamo tutti che Bonnie non sarebbe morta e ancora una volta, è stata l’eroina della storia.
Sono davvero felice per il percorso fatto da questo personaggio che inizialmente non amavo particolarmente ma che nel corso degli anni ha saputo darmi moltissimo e che si è dimostrata la badass del gruppo, regalandoci un momento meraviglioso che da femminista, vedo come una sorta di “simbolo” del potere delle donne, cosa che di per sé le streghe rappresentano già ma che viene amplificato in questa scena meravigliosa in cui le rivediamo tutte insieme, unite per sconfiggere il fuoco dell’inferno.

Insomma, all’appello mancava solamente Emily Bennett, o se era presente me la sono persa, infatti tra le varie Bennett rivediamo anche una vecchia conoscenza direttamente dalla seconda stagione: la cugina di Bonnie, “amica” di Katherine. L’avevate riconosciuta? E’ stato sicuramente un dettaglio molto bello, dato che questo personaggio aveva salutato la nostra streghetta con un “ci rivedremo, non preoccuparti” che ci aveva fatto credere che l’avremo rivista nel corso della serie e così non è stato, fino ad oggi. Un’altra cosa a cui il finale ha voluto dare una giusta chiusura, in qualche modo.

Trovo che Bonnie abbia avuto la conclusione che meritava, ha continuato a vivere la sua vita dopo aver salvato tutti un’ennesima volta, finalmente pensando a sé stessa, se pur non avendo più il suo amore accanto, in carne ed ossa. Credo però che il “ritrovamento della collana” regalatagli da Enzo non ci sia stato mostrato per caso e quella scena potrebbe aver due significati:

  1. E’ il motivo per cui riesce ancora a vedere Enzo,
  2. Potremmo rivederli ancora e potrebbe essere la chiave per riaverlo con lei.

Credo che la collana ci sia stata mostrata per la speranza di questa seconda opzione; non so se questo ci verrà mai mostrato o svelato in qualche modo ma con la possibilità di un nuovo spin off e il continuo di The Originals, non escludo questa possibilità. Nonostante Kath avesse dichiarato che questa era per lei l’ultima stagione, chissà se in futuro avremo qualche notizia da lei ed Enzo…

Parliamo poi della mia povera Caroline, il mio personaggio preferito sin dagli albori della serie.
Ammetto di aver davvero temuto per lei in questo episodio e sono triste e felice allo stesso tempo per come le cose si sono svolte per lei. E’ davvero triste che abbia perso l’amore della sua vita (anche se lo scorso episodio e il suo matrimonio in generale erano stati troppo felici e sereni per non avere conseguenze) e sentirla lasciare nuovamente messaggi a cui non avrà mai risposta mi ha spezzato il cuore, ma sono felice per tutto ciò che invece è andato per il verso giusto nella sua vita e per la svolta che questa ha preso.
Capisco e condivido il perchè Alaric abbia voluto che lei andasse con lui e abbandonasse tutti, nonostante fossero persone a cui anche lui teneva, persone che amava come Elena che è sempre stata come una figlia per lui e Damon, che è sempre stato il suo migliore amico (sono delusa anche dal fatto che i due non abbiano recuperato il loro rapporto prima della fine) capisco perchè abbia insistito e lo condivido.
Caroline e Stefan si sono trovati a dover scegliere la loro famiglia e nonostante, come ha sottolineato anche lei stessa, anche loro fossero una famiglia, ne avevano anche un’altra, diversa e ugualmente importante che non potevano abbandonare.
Con la morte di Stefan comunque si riaccende la speranza per le fan Klaroline e una speranza per tutti noi fan per un nuovo spin-off della serie. Infatti, abbiamo avuto diversi richiami al primo episodio, dalla canzone dei The Fray alla frase di Klaus, dall’Hello Brother all’incontro tra Stefan ed Elena (che tra l’altro è stato uno dei miei momenti preferiti e trovo sia stato molto più emozionante di quello tra lei e Damon) e agli altri episodi della serie e, se la storia ci insegna qualcosa, è proprio da una lettera che prese vita The Originals.
Spin-Off o non spin-Off comunque sono felice della possibilità di rivedere Caroline ancora una volta e spero che questo significhi anche poter scoprire cosa c’era scritto nella famosa lettera che Liz le mandò e che per un attimo, ho sperato essere quella presente in questo episodio.

Parliamo poi del cuore di questo episodio: il Defan.
Stefan è Damon sono stati sicuramente il centro di questo finale, così come lo sono stati per l’intera serie tv.
Tutto è cominciato con loro ed è con loro che tutto è finito e credo sia giusto così; questi due si sono odiati, poi si sono amati e odiati di nuovo ma sono arrivati ad un punto in cui hanno capito di essere indispensabili l’uno nella vita dell’altro e soprattutto, di amare incondizionatamente l’altro, tanto da sacrificare tutto per lui ed è qui che abbiamo il fulcro dell’episodio che si divide tra sacrificio e redenzione.
Ho trovato meraviglioso il modo in cui è stata svolta quest’ultima storyline tra i due e il fatto che entrambi volessero sacrificarsi per l’altro ed ero certa che Stefan avesse verbena in circolo, non poteva essere tanto stupido da non averla mai presa anche se per un attimo, quando parlando con Elena ha accennato ai suoi ricordi, ho temuto il peggio per il maggiore dei Salvatore.
So che moltissimi di voi non hanno apprezzato questa scelta, una scelta rischiosa da parte di Julie ma che condivido in pieno; The Vampire Diaries è la storia di Stefan ed era così che doveva concludersi. E’ la storia di lui che cerca di vedere la luce in suo fratello ed è questo che finalmente riesce a vedere tanto da dire ad Elena che si è sacrificato per fare in modo che finalmente suo fratello abbia la felicità che ORA merita e perchè lei possa vedere l’uomo che è diventato, l’uomo che definisce “quello giusto”, un cambiamento radicale rispetto a quando le diceva che non riusciva ad immaginare come potesse essere così cieca da non accorgersi che lui era quello sbagliato.
Meravigliosa poi la sua scena con Lexi. I due si sono ritrovati insieme, nella pace, dove tante stagioni fa si erano ripromessi di finire.
Ed è qui che abbiamo un punto fondamentale di questa serie: la redenzione esiste, la pace esiste e dopo tutto quello che i nostri protagonisti hanno passato, finalmente l’hanno trovata.

In un modo o nell’altro infatti, sembra che con la distruzione dell’inferno tutti abbiano trovato la pace, anche quelli per cui abbiamo creduto fosse impossibile ed è così che possiamo rivedere, se pur per pochi silenziosi secondi, tanti volti persi in questo lungo cammino, tra cui il mio grande amore: Certo, come sempre me lo hanno fatto tornare per tre secondi contati ma sono comunque contenta di averlo rivisto e trovo significativo che alla fine fosse con Vicky dato che è proprio insieme che li abbiamo conosciuti ed è insieme che gli diciamo addio.

Molto bello anche il finale vero e proprio che nonostante mi abbia lasciata con l’amaro in bocca per i motivi che vi ho già esposto precedentemente, ci ha mostrato persone e momenti che ci hanno toccato il cuore (anche se, possibile che Damon ed Elena non siano insieme nella pace?) e soprattutto ci ha regalato la scena con cui The Vampire Diaries era destinato a finire, gli ultimi secondi che sono stati il finale perfetto:

Non avrebbero potuto chiudere l’episodio in modo migliore ed è proprio così che io voglio salutare tutti voi e salutare quello che per anni è stato il mio show. Mi mancherà infinitamente.

Grazie a tutti per aver seguito The Vampire Diaries insieme a me; vi saluto lasciandovi il mio articolo speciale per rivivere insieme tutti i momenti che ci hanno fatto innamorare in questi otto anni, con la speranza di essere riuscita a rendergli giustizia, almeno un po’ —> TVD Forever

Goodbye and thank you The Vampire Diaries,

 Veronica.

 

Scrittrice, Blogger e telefilm addicted: un mix letale che fa di me il Big Boss delle Redheads Diaries.

Un Commento

  • Alessia

    Devo dire che non sono rimasta troppo contenta dell’episodio. Forse ero troppo in una valle di lacrime per la morte di Stefan, ma nonostante questo ero lucida abbastanza per capire che quello che stavo guardando non rispecchiava esattamente l’idea di “finale epico” che ci avevano propinato da diverso tempo.

    Innanzitutto, la pecca più evidente di tutte: l’incontro tra Damon ed Elena. Io non sono mai stata una grande fan Delena, però era ovvio che per una storia grandiosa come la loro, attori e sceneggiatori avrebbero potuto fare qualche sforzo in più per dare l’idea di questa grandiosità. In molti danno la colpa della freddezza di Damon al fatto che due secondi prima aveva perso il fratello, ma neanche la Dobrev si è sforzata molto di dare un’immagine migliore al suo personaggio proprio in questa scena attesissima fin dal finale della sesta stagione.

    Personalmente ho trovato molto più emozionante il momento in cui Caroline si rende conto che Stefan ha sacrificato sé stesso, è lì che sono partita a piangere e a non fermarmi almeno per i successivi 3 quarti d’ora XD

    Finale terribile per gli Steroline, non meritavano questo matrimonio lampo durato due ore o poco più, sembravano davvero felici insieme e invece fine della storia. La lettera di Klaus mi è sembrata coerente con quanto detto da lui nella quarta stagione, ma ovviamente questa lettera è arrivata in un momento prematuro per poter parlare del famoso viaggetto a New Orleans. Se ho capito bene, comunque, forse rivedremo Caroline in The Originals, quindi la lettera mi è sembrata sensata anche per questo. In ogni caso, nella quarta stagione io avevo gli occhi a cuoricino per i Klaroline, quindi se in un futuro dovesse succedere, io sarò lì a sorridere per loro.

    Ma la più grande delusione di tutti è per Bonnie. Mi piace il messaggio che ha voluto comunicare alla fine, vivere la propria vita al massimo ecc ecc, però non è adeguato per la sua reale vita su questa terra. Almeno per quanto mi riguarda, i Bonenzo sono stati la migliore invenzione delle ultime due stagioni e se gli autori ci avessero pensato prima, sono sicura che sarebbero riusciti a contendersi il palcoscenico con i Delena. Sapere che Bonnie potrà rivedere Enzo solo dopo morta, mi angoscia parecchio, specialmente per tutto quello che ha dovuto subire lei in tutte queste stagioni.

    In generale, la scena finale mi ha messo ancora più angoscia: vedere tutte quelle facce conosciute che vegliavano sui propri parenti ancora in vita mi è sembrato più un tentativo di voler dare loro gli ultimi minuti di gloria sullo schermo. Tutto troppo veloce e confuso, tra l’altro mi ha lasciata esterrefatta la scena in cui Elena e Damon rivedono i propri cari dopo una vita lunga e felice insieme: ma cosa ci voleva a passare dalla sala trucco di “Tale e Quale Show” e rendere l’idea di essere persone in età avanzata? A parte questo, non ho apprezzato nemmeno il fatto che non ci abbiano fatto vedere qualche particolare della loro vita umana: sarebbe stato più logico ed emozionante, anche in poche scene, mostrare come si è sviluppata la loro vita tra figli, nipoti, parenti, tombole a Natale e mal di testa ricorrenti, come ci ricordano gli Zero Assoluto.

    Ma veniamo al punto interrogativo più grande di tutti i tempi: come avrà fatto dunque Bonnie a spezzare l’incantesimo di Kai e a far tornare in vita Elena senza dover morire di conseguenza? Queste sono le cose che mi fanno innervosire, sarebbe doveroso dare spiegazioni ai fan, non è possibile lasciare le cose sospese a metà (a maggior ragione in una serie di successo come questa), specie dopo che ci hanno triturato le scatole con la storia che non potevano esserci scappatoie, trucchi, bla bla bla, a questo punto immagino cosa sarebbe successo se Bonnie avesse scoperto questa cosa tempo addietro e sarebbe riuscita a vivere la sua vita con Enzo prima che accadesse quello che è accaduto.

    Per non parlare di tutto il tempo che hanno dedicato al clan dei Donovan. Stanno sullo schermo più loro in due episodi che Enzo negli ultimi cinque.. Tutto questo spazio dato a Vicky, mentre Jeremy poveraccio non ha nemmeno due secondi di gloria con sua sorella.. Ma vabè.

    Menzione speciale per la parrucca di Elena, che come giustamente detto da te era assolutamente terribile, anche qui invito la produzione a fare un salto da Carlo Conti.
    Menzione doppiamente speciale a Matt che ha pure meritato una panchina in suo onore. E soprattutto, dopo queste otto stagioni in cui sembrava che dovesse schiattare da un momento all’altro e invece non accadeva mai, possiamo ora ricordarlo come “il ragazzo che è sopravvissuto”. Harry Potter spòstate che gli fai ombra.

    Nonostante ciò, bellissimo l’incontro di Stefan e Damon nell’aldilà, e anche se la puntata non mi è piaciuta per quello che ci hanno voluto mostrare e per come è stata strutturata, sono felice che ognuno abbia trovato la propria pace e che si siano ritrovati in paradiso.
    In generale, potevano pensarci prima e compiere delle scelte più logiche, che potevano rendere maggiormente l’idea di un finale epico.