Crea sito
Recensioni,  Stranger Things,  Telefilm

Stranger Things – Recensione 3×08 | The Redheads Diaries

Ladies and gentlemen, vi do il benvenuto sul nostro blog e più precisamente sulla nostra ultima recensione, la 3×08, della terza stagione di Stranger Things.

Io sono Simba e sono tornata con voi per commentare l’ultimo episodio, ma non perdetevi le altre recensioni precedenti!

Purtroppo anche noi siamo giunte al termine di questo breve ma molto intenso viaggio, e non vi nego che sono molto triste per ciò. Non mi resta che un mega rewatch dell’intera serie.

Innanzitutto vi vorrei parlare della mia impressione sull’intera terza stagione.

Parto dicendo che tutto sommato mi è piaciuta molto, ma sicuramente ci sono dei buchi di trama non poco rilevanti. I contenuti tutti molto belli, ma non mi è piaciuto molto il fatto che hanno separato i genitori dai figli e che soprattutto nessuno si è preoccupato l’uno dell’altro.

I figli spariscono per uno o due giorni e ne Hopper ne Joyce si fanno domande.

Poi sinceramente la storia dei russi mi ha annoiata leggermente, soprattutto perchè non l’ho trovata congruente con la storia che stavano seguendo i figli. è vero che i russi centrano per la porta, ma è stato tutto molto confuso e messo in mezzo a caso.

A parte questo, è stata una bella stagione.

Ora però entriamo bene nei dettagli dell’ultimo episodio, e come schema seguirò la tempistica di “La battaglia di Starcourt“.

alt: stranger-things

Primissima scena e troviamo la piccola El dolorante per la sua gamba e scopriamo che all’interno ha uno schifoso pezzetto di demogorgone che chissà cosa voleva farle.

Nonostante le urla e il dolore, ho ammirato alla follia il coraggio e la forza che ha avuto El nel tirare fuori il coso dalla gamba. Non è da tutti essere così forti anche in un momento così delicato e di panico generale.

Finalmente, dopo 10 anni e 3 mesi, ecco che Joyce e Hopper si riuniscono ai loro bambini ed insieme alla mente geniale di Dustin ed Erica tutta la squadra riesce a trovare un piano (all’apparenza geniale) per sconfiggere il Mind Flyer gigante.

Peccato solo che nessuno aveva pensato al bellissimo Billy appostato fuori dal centro commerciale per tenere d’occhio El. Non si può negare che quel ragazzo sia troppo bello per essere vero, ma di certo mette i brividi.

Su Billy ci sarà molto da dire, ma questo più avanti.

Tra tutti i casini del Mind Flayer, Billy e i russi una piccola gioia c’è stata:

JOYCE.HA.CHIESTO.UN.APPUNTAMENTO.AD.HOPPER.

E POI MI DITE CHE NON SONO SHIPPABILI.

Io quei due li voglio insieme dalla prima stagione, e cosa ci ho guadagnato? Neanche un bacio.

Comunque, non perdiamo di vista l’obbiettivo. Mentre i due innamorati sono sotto il centro commerciale per cercare di chiudere la porta, il mostro gigantesco raggiunge i nostri piccoli eroi, che nel frattempo si sono divisi.

Infatti, troviamo Steve, Robin, Erica e Dustin sul colle dove il piccolo genio ha costruito la radio e COLPO DI SCENA.

ECCO CHE ENTRA IN GIOCO LA FAMOSA SUZIE.

Io comunque non avevo mai dubitato di Dustin, sapevo che questa ragazza esisteva, ed infatti ne abbiamo avuto la conferma quando i due amori si mettono a cantare mentre sulla Terra si scatena il panico.

Questa è la scena più bella e trash che io abbia mai visto.

Dopo le risate per le facce dei nostri personaggi, ecco che arriva l’ansia e sale,sale,sale,sale,sale………. e non finisce mai di salire.

alt: stranger-things-recensione

Billy ha preso El ed il mostro è furioso e chiaramente la vuole uccidere, ma grazie al lampo di genio di Lucas (i fuochi d’artificio) riescono a guadagnare tempo, quello necessario per far si che El entri nella mente di Billy e lo faccia tornare in se con i ricordi della sua infanzia e di sua madre.

ECCO LA MORTE.

LE LACRIME DI BILLY, IL CAMBIAMENTO DELLA SUA ESPRESSIONE ED INFINE IL GESTO EROICO.

Ha cercato di salvare Eleven ed ha fatto una brutta, ma bruttissima fine, ma è morto da eroe e tutti lo avremo nel cuore per il resto della nostra vita.

Quello che più mi ha spiazzata è stata la reazione di Max quando l’ha visto cadere a terra, ed il suo

I’m sorry

mi ha uccisa.

Come se il dolore non fosse già abbastanza grande, ci trasferiamo da Joyce e Hopper che mentre cercavano di chiudere la porta dell’Upside down sono stati attaccati dal russo alto 3 metri che costringe Hopper a staccarsi da Joyce ed andare vicino alla macchina.

Ecco.

Un colpo dritto dritto nel cuore avrebbe fatto meno male.

Questa.

Questa è la faccia di un uomo che si è sacrificato per il bene del mondo, per il bene di sua figlia e della donna che ama.

Dopo l’enorme esplosione che ha causato la fatidica morte di Jim Hopper e la chiusura della porta con conseguente morte del Mind Flayer, vediamo Joyce che torna dai suoi ragazzi in lacrime.

Arriviamo al salto temporale di tre mesi dove vediamo i Byers fare le valigie e trasferirsi chissà dove, distruggendo così tutte le coppie, a partire da Nancy e Jonathan ad arrivare ai miei amatissimi Eleven e Mike.

Come ultimo colpo al cuore e pianto che non finisce mai, abbiamo la piccola El che legge la lettera di Hopper.

LA FINE.

LA.FINE.

ALT: stranger-things-recensione

Per voi, piangete con me.

AH, e non dimentichiamo la perla finale:

MA PER FAVORE AIUTATEMI SALVATEMI

IO STO MALE.

Li amo da morire vi giuro, anche se all’inizio non sopportavo molto Mike.

E proprio quando vediamo i titoli di coda e sentiamo la fine che si avvicina, arriva la scena che ha distrutto l’intero episodio.

Ci troviamo in Russia, in quella che penso sia una prigione, e sentiamo i soldati dire:

No, non l’americano

QUESTA FRASE.

Allora, io spero e credo fermamente che l’americano in questione sia il nostro Hopper e se non è lui giuro che mi ammazzo.

Questo mi da speranza sulla prossima stagione, che spero sia all’altezza delle precedenti.

Eccoci giunti alla fine di questa chilometrica recensione, ma non perdetevi le altre novità sulla serie seguendo la nostra pagina Facebook.

Grazie per essere stati con noi, alla prossima stagione!

Miriana

Commenti disabilitati su Stranger Things – Recensione 3×08 | The Redheads Diaries

Miriana Zibardi, anche soprannominata Simba, amante folle di serie tv! Potrei stare al pc a guardarmi episodi da mattina a sera. Ecco la mia vita.